L’Associazione Italiana di Psicologia e Criminologia fondata a Roma nel 2001 è iscritta dal 2004 nel Registro Regionale delle Organizzazioni di Volontariato della Regione Lazio, si contraddistingue per la multidisciplinarietà e le specifiche esperienze in ambito psicologico giuridico forense dell'equipe.

Per saperne di più >>

Centro Presunti Autori

Percorsi di ri-socializzazione e gestione delle separzioni

Centro Nazionale Minori

Percorsi di prevenzione ed educazione alle relazioni

Osservatorio sulle Relazioni

Percorsi di ri-educazione alle relazioni per single e coppie

Centro Psicologia Maschile

Incontri e percorsi di ri educazione e condivisione.

Numero nazionale Stalking

Dal lunedì al venerdì ore 10.00 - 19.00
telefono 0644246573
nel fine settimana
327.46.60.907

Stalking Cronaca

Il Sondaggio

Valutate utile il decreto su stalking, violenza e femminicidio a contenere i casi?

Visualizza Risultati

Loading ... Loading ...

AIUTA IL VOLONTARIATO

Fai una donazione all'AIPC ccp 56039688 - CF 97238660589.

PUBBLICAZIONI

Adolescenza Violenta

Scienze Criminologiche e Forensi
Il manuale contiene approfondimenti e dati.
Collana Scienze Psicologiche e Forensi
Approfondimenti. ricerche e testimonianze

PARTNERS

FASTWEB
E' il principale operatore alternativo nelle telecomunicazioni a banda larga su rete fissa in Italia.
Fater spa
E’ leader sul mercato italiano dei prodotti assorbenti per la cura della persona.
Co.I.S.P.
Sindacato Indipendente della Polizia di Stato. Ufficio Formazione ed Aggiornamento Professionale
 

Cronaca, Milano

Strage a Brescia, uccide ex moglie e altre tre persone

BRESCIA – Un uomo di 34 anni ha ucciso stanotte l’ex moglie ed altre tre persone. E’ successo intorno alle 3:30 in via Raffaello. L’uomo ha sparato, in strada, prima all’ex coniuge e ad un amico della donna, uccidendoli, poi si è recato nell’abitazione dell’ex moglie, dove ha trovato la figlia ventenne della donna, che la vittima aveva avuto da una precedente relazione, ed un amico della giovane, pure lui ventenne: il trentaquattrenne ha impugnato di nuovo l’arma e non ha risparmiato neppure loro. Ancora ignoti i motivi del gesto dell’uomo, che subito dopo gli omicidi è stato fermato da un carabiniere del Nucleo radiomobile di Brescia, residente a pochi metri di distanza dal luogo dei delitti. Il militare è entrato in azione da solo, mentre l’omicida aveva ancora la pistola in mano. Ad intervenire per competenza territoriale, insieme ai Carabinieri, anche la Squadra mobile della Questura di Brescia.

Fonte: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/cronaca/2012/03/04/visualizza_new.html_127258028.html

Be Sociable, Share!

Lascia un commento